Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2202

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2202

../2201 ../2203 IncludiIntestazione 4 settembre 2015 100% Saggi

2201 2203

[p. 104 modifica] di quaesitus us, quaesitor, quaesitura ec., voci che parimente si dicono. Hanno anche gli spagnuoli da quisto, malquisto (come da querido, malquerido) cioè malvoluto, e quindi malquistar (male quaesitare) cioè rendere odioso (Solís), significato figurato e metaforico o almeno non primitivo.

3,o Avvertite che quaeritare è verbo antico. Il Forcellini non ne ha esempii che da Plauto e Terenzio. Quindi forse anche egli non era se non del popolo, eterno conservatore dell’antichità, il quale perciò da quaero non avrà fatto quaesito, ma quaerito dal vecchio quaeritus, che forse conservò parimente come oggi si conserva in ispagnuolo.

4,o Sebbene il Forcellini di quaero e quaeso faccia due verbi ed al primo dia il perfetto sivi e sii, col supino situm, al secondo dia gli stessi perfetti, ma neghi il supino, nondimeno è chiaro che tanto i detti perfetti, quanto il supino e participio non sono in verità di quaero, ma di quaeso. Questo quaeso, dice il Forcellini, è idem quod quaero: quemadmodum dicebant arborem, casmen, valesii, asa, etc. pro arborem, carmen, valerii,