Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2355

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2355

../2354 ../2356 IncludiIntestazione 4 settembre 2015 100% Saggi

2354 2356

[p. 189 modifica]


*   Alla pagina 1150, fine. Ostentare assoluto continuativo di ostendere in senso di semplicemente mostrare, ovvero far mostra ec. e continuativo di durata, eccolo in Virgilio, En., III, 701-4. Adparet Camerina procul, campique Geloi, Immanisque Gela fluvii cognomine dicta. Arduus inde Acragas ostentat maxima longe Moenia magnanimum quondam generator equorum. Cioè, non tanto fa pompa quanto semplicemente dimostra, ma siccome quest’azione di dimostrare qui è continuatissima, però Virgilio, potendo pur dire ostendit, che sarebbe stato improprissimo, benché egualmente adattato al verso, disse giustissimamente ostentat (22 gennaio 1822).


*    Noi diciamo leccare, i francesi lécher (gli spagnuoli vedilo), i greci λείχειν, i latini nulla di simile. A primissima giunta è manifesto che il greco λείχω, cioè lecho o licho, è tutt'uno col nostro lecco, che anche, volgarmente, si dice licco. E notate pure che il francese non dice léquer o lecquer, ma lécher, conservando [p. 190 modifica]conservando il χ greco. Queste parole sono antichissimamente e primitivamente proprie delle nostre lingue: