Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2530

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2530

../2529 ../2531 IncludiIntestazione 5 dicembre 2015 100% Saggi

2529 2531

[p. 292 modifica] effettivamente nella nazione, per purissimi che questi fossero. E questa, bench’altre ancora ve n’abbia, è l’una delle principali cagioni per cui non piace e si disapprova e si biasima e riesce inelegante nelle scritture la presente lingua della nostra nazione e si richiama la nostra lingua antica. Con ragione, benché non sia molto ragionevole il richiamarla come pura, ché né essa era [p. 293 modifica]pura, né la purità è un pregio necessario ed appartenente all’essenza dello scriver bene e molte volte non è possibile e in fine è piuttosto un nome che una cosa, non potendosi mai definir questa purità né trovar precisamente quel che sia la purità di una tal lingua individua, anzi non esistendo essa mai, perché tutte le lingue sono composte di voci, modi ec. presi piú o meno ab antico da molte e varie altre lingue. E non potendosi neppur circoscrivere la cosí detta