Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2739

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2739

../2738 ../2740 IncludiIntestazione 5 dicembre 2015 100% Saggi

2738 2740

[p. 405 modifica] antichi, gl’ispirò il René che si aggira tutto in descrivere e determinare questo ristagno e gli effetti suoi. Da ciò solo si conchiuda se la vita antica o la moderna è piú conducente alla [p. 406 modifica]felicità, ovvero qual delle due sia meno conducente all’infelicità. E poiché lo Chateaubriand considera questo ristagno come effetto preciso e proprio del cristianesimo, vegga egli qual conseguenza se ne debba tirare intorno a questa religione, per ciò che spetta al temporale. In verità si trova ad ogni passo che le sue piú fine, profonde, nuove e vere osservazioni e i suoi argomenti intorno al cristianesimo e agli effetti di lui ed alla moderna civiltà ed al carattere e spirito dell’uomo cristiano, o moderno e civile, provano dirittamente il contrario di quello ch’egli si propone. E può dirsi che ogni volta ch’egli reca in mezzo osservazioni nuove travaglia per la sentenza contraria alla sua, accresce gli argomenti che la fortificano e somministra nuove armi ai suoi propri avversarii, credendosi di combatterli (1o giugno, domenica, 1823). Vedi p. 2752.


*   Opra, sincope di opera, si trova in Ennio (ap. Forcellini, voc. opera, fine), come nei nostri poeti opra e