Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2967

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2967

../2966 ../2968 IncludiIntestazione 4 dicembre 2016 100% Saggi

2966 2968

[p. 105 modifica] per esempio, la voce giovanile che la senile, e tutte le altre sensazioni che gli verranno da persone giovani, in parità di circostanze, le troverà piú piacevoli di quelle che gli verranno da persone vecchie; e l’idea ch’egli concepirà della giovanezza, qualunque ella sia, sarà per lui piú piacevole e, come si dice, piú bella che la contraria, e piacevole e bella per se medesima. Ma tutto ciò sarà effetto della inclinazione, e non derivato originalmente dall’intelletto ec. [p. 106 modifica]2o, La gioventú non è necessaria alla composizione del bello, neppur nelle specie nelle quali essa ha luogo. Essa ancora è una qualità relativa, eziandio considerandola dentro i termini d’una medesima specie di cose. per esempio, parlando della specie umana, egli si dà un bel vecchio, niente meno che un bel giovane. V’é la bellezza propria del bambino, del fanciullo, della età matura, dell’età senile, della decrepita ancora, niente manco che quella propria dell’età giovanile (vedi Senofonte, cap. IV, § 17 del Convito). In molti