Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/599

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 599

../598 ../600 IncludiIntestazione 13 novembre 2012 100% Da definire

598 600


[p. 84 modifica] sua ab aliis benefacta laudari, quam ipse aliorum narrare, malebat. Sallustio, Bellum Catilinarium, c. 8, fine.


*    In hoc sumus sapientes, quod naturam optimam ducem, tanquam deum, sequimur, eique paremus... Quid enim est aliud, gigantum modo bellare cum diis, nisi naturae repugnare? Cicerone, Cato maior seu de senectute, c. 2. Sentenze attissime o congiunte o separate, a servire di epigrafe o motto a qualche mio libro. Vedi p. 601 capoverso 1.


*    Alla p. 291, margine. Nemo enim est tam senex, qui se annum non putet posse vivere. Cicerone, Cato maior seu de senectute. c. 7, fine. E lo dice in proposito dei contadini che seminano, ancorché vecchissimi, per l’anno futuro.


*    Qual cosa è piú lontana dal noto e comune significato del verbo latino defendere quanto il significato di proibire nel francese défendere, nello spagnuolo defender e nel difendere italiano presso gli antichi? E pure il significato proprio e primitivo del latino defendere, [p. 85 modifica](admodum propria et Latina huius verbi significatio,