Per la storia della cultura italiana in Rumania/I. Primi contatti fra Italia e Romania

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
I. Primi contatti fra Italia e Romania

../Prefazione ../II. Pietro Metastasio e i poeti Văcărești IncludiIntestazione 27 marzo 2018 25% Da definire

Prefazione II. Pietro Metastasio e i poeti Văcărești
[p. 1 modifica]

Primi contatti fra Italia e Rumania

Appunti sulla lingua e la letteratura italiana
in Rumania nel secolo XVIIIº.


„Notizie e documenti quasi dimenticati o del tutto ignoti, che, mentre vendono giustizia alle glorie d’Italia antica, faranno rimprovero all’Italia moderna, se dimenticasse o non curasse gli esempi degli Avi, che il Nome italiano, come Socrate, diceva del Nome greco, fecero risonare tra le più remote genti per nome di magistero d’ogni civiltà, d’ogni dottrina, d’ogni arte bella.”


(Sebastiano Ciampi1, Dedicatoria a Carlo Amedeo Alberto di Savoja della sua Bibliografia critica delle antiche, reciproche corrispondenze dell’Italia colla Russia e la Polonia, Firenze, 1834).


Indice

Note

  1. Sul Ciampi (1769 — 1817) e il suo insegnamento all’Università di Pisa cfr. F. Bugiani, Sebastiano Ciampi nello Studio pisano dal 1801 al 1817 in Boll. stor. pistoiese, VII (1905), 60 sgg. e Giuseppe Manacorda, Rassegna degli studi sull’antico insegnamento italiano in Giornale st. d. Lett. italiana, XI.IX (1907), 117, nota: „Se le chiamate di professori italiani all’estero nel’500 facevano onore all’Italia, ben tristi eran le partenze di professori perseguitati in altri tempi per