Poesie varie (Marino)/II/LVII

Da Wikisource.
LVII. Sullo stesso soggetto

../LVI ../LVIII IncludiIntestazione 2 giugno 2015 75% Da definire

II - LVI II - LVIII
[p. 103 modifica]

LVII


SULLO STESSO SOGGETTO


     Pensier che, l’ali tue placide e lievi
per sí lungo spiegando aspro viaggio,
del mio bel Sol nel desiato raggio
mille dolcezze innamorato bevi;
     te sol de’ miei dolor tanti e sí grevi
trovo nunzio fedel, caro messaggio;
tu, qualor te seguendo i’ tra via caggio,
da l’incarco amoroso il cor sollevi.
     Misero! ma che pro, se ’l dolce ch’io
da duo begli occhi imaginando involo,
pena a l’anima accresce, ésca al desio?
     Frena, vago pensier, deh frena il volo,
e profondo, in tua vece, eterno obblio
pace porti a te stesso e fine al duolo.