Poesie varie (Marino)/II/XII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XII. Il ventaglio di bianche piume

../XI ../XIII IncludiIntestazione 1 giugno 2015 75% Da definire

XII. Il ventaglio di bianche piume
II - XI II - XIII
[p. 81 modifica]

XII


IL VENTAGLIO DI BIANCHE PIUME


     Lieve è l’aurea catena a tante offese
vendetta, o de la man che ’l latte oscura
emulo e di mia fé candida e pura,
de le piume d’Amor pennuto arnese.
     Tu di colei che nel bel sen t’appese,
stanchi il tenero braccio oltre misura,
lasso! e temprando in lei l’estiva arsura
le fiamme avivi entro ’l mio petto accese.
     Né solo il Sol de’ begli occhi lucenti
agli occhi miei, che non altronde han giorno,
invido ascondi, ingiurioso veli;
     ma, mentre lei lusinghi e l’aere intorno
talor movendo vai, raffreddi e geli
de’ miei spessi sospir l’aure cocenti.