Poesie varie (Marino)/II/XXV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XXV. La sua donna in carrozza

../XXIV ../XXVI IncludiIntestazione 2 giugno 2015 75% Da definire

II - XXIV II - XXVI
[p. 87 modifica]

XXV


LA SUA DONNA IN CARROZZA


     Non pari a quel, che del mio Sole intorno
per lo cielo d’Amor gira la luce,
portò giá mai vittorioso duce
carro superbo in trionfal ritorno;
     né tale è quel ch’a mezza notte adorno
d’aurati fregi e candidi riluce;
né quel ch’a noi da l’oriente adduce
di chiari lampi incoronato il giorno.
     Fortunati destrier, voi che traete
tanta beltá; rote beate e belle,
che co’ vostr’orbi i miei desir volgete;
     tra voi loco avess’io, ch’a le fiammelle
acceso il cor, di cui sí dolce ardete,
spererei, novo Elia, girne a le stelle!