Poesie varie (Marino)/IX/V

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
V. Il canto del Murtola

../IV ../VI IncludiIntestazione 5 giugno 2015 75% Da definire

IX - IV IX - VI
[p. 394 modifica]

V


IL CANTO DEL MURTOLA


     Liete piagge fiorite, ombrose valli,
apriche collinette, aure feconde,
erbette rugiadose e verdi fronde,
bianchi fiori, vermigli, azzurri e gialli;
     e voi, del Barco tortuosi calli,
dove Flora con Zeffiro s’asconde,
e voi de la mia Dora amene sponde,
che ’n sen chiudete liquidi cristalli;
     or che ’l maggio comincia a pullulare,
e ’n frotta con gli augei per allegrezza
l’animal di Silen prende a cantare;
     dite: — Sentiste mai senza cavezza
dietro a la Mincia un asino ragliare,
ch’al Murtola s’agguagli di dolcezza? —