Poesie varie (Marino)/V/IXa

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
IX. Sansone in grembo a Dalila

../VIIIa ../Xa IncludiIntestazione 4 giugno 2015 75% Da definire

V - VIIIa V - Xa
[p. 239 modifica]

IX


SANSONE IN GREMBO A DALILA

di Giovati Battista Paggi.


     Paggi, quel tuo Sanson sí ben dipinto,
che, dalla bella filistea tradito,
vien del fatal suo crine impoverito,
orbo degli occhi e da’ legami avinto;
     specchio esser può verace, ancor che finto,
de l’uom che, lusingato ed invaghito
da la carne vezzosa, è poi schernito
in guisa tal che ne rimane estinto;
     e ’n pigro sonno immerso e ’n vano foco,
perde con la costanza invitta e forte
de la ragione il lume a poco a poco:
     alfin, tra dure e rigide ritorte,
del nemico divien favola e gioco,
e del suo vaneggiar termine è morte.