Poesie varie (Marino)/V/XXIXb

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XXIX. A Claudio Achillini

../XXVIIIb ../XXXb IncludiIntestazione 4 giugno 2015 75% Da definire

V - XXVIIIb V - XXXb
[p. 264 modifica]

XXIX


A CLAUDIO ACHILLINI

pel dono che gli fece del suo ritratto.


     L’imagin tua, che ’n dono or mi concede,
Claudio, affetto cortese, è quella istessa
che nel centro del core io porto impressa
e che de’ miei pensieri in cima siede.
     E ben fa di quel volto aperta fede,
ch’è di vera virtú sembianza espressa;
ma la vivacitá non scorgo in essa,
che nel tuo ingegno e nel tuo stil si vede.
     Quel ch’empie il mondo terminar non vale
breve confin, né pareggiar saprei
a l’eterno diamante il vetro frale.
     Raggi in te sol vegg’io, sol ombre in lei:
ella non spira spirito vitale,
tu dell’anima mia l’anima sei.