Poesie varie (Marino)/VI/IX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
IX. Ai corsari infestanti le spiagge di Taranto

../VIII ../X IncludiIntestazione 4 giugno 2015 75% Da definire

IX. Ai corsari infestanti le spiagge di Taranto
VI - VIII VI - X
[p. 287 modifica]

IX


AI CORSARI

che infestavano le spiagge di Taranto.

(1594)


     Arpie del mar, che da l’estreme sponde
venite a depredar le nostre arene,
e fosco intorno il ciel lasciate, e piene
di spavento e d’orror le piagge e l’onde;
     lunge da queste rive alme e feconde,
e da queste innocenti aure serene,
l’ali spiegate, e ne le proprie vene
ite a sfogar l’avare voglie immonde.
     Schiera d’ingordi e spaventosi mostri
Proteo contro v’irríti, e ’l re de’ venti
l’acque e i nembi congiuri a’ danni vostri.
     Venga chi degli artigli aspri e pungenti
l’arme rintuzzi, ed a le penne e ai rostri
sien le stelle nemiche e gli elementi.