Poesie varie (Marino)/VI/LI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
LI. A Raffaello Rabbia

../L ../LII IncludiIntestazione 4 giugno 2015 75% Da definire

VI - L VI - LII
[p. 308 modifica]

LI


A RAFFAELLO RABBIA

Allude alla Strage degl’innocenti.


     Rabbia, io men vo lungo al Castalio rivo,
qual giá l’ebrea famelica e mendíca,
dietro al cultor de l’eloquenzia antica
per lo campo latino e per l’argivo.
     E, mentre d’Israel la strage scrivo,
altro frutto non ho di mia fatica
che qualche bella e graziosa spica,
lor caduta di sen, raccôr furtivo.
     Ma la mèsse miglior recide e rade
la falce sí de’ duo Toscani illustri,
ch’omai poco per me n’avanza o cade.
     Pur me n’andrò fra’ mietitori industri,
dopo costor, se non ariste e biade,
solo cogliendo almen rose e ligustri.