Poesie varie (Marino)/VIII/II

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
II. Miseria della vita umana

../I ../III IncludiIntestazione 5 giugno 2015 75% Da definire

VIII - I VIII - III
[p. 358 modifica]

II


MISERIA DELLA VITA UMANA


     Apre l’uomo infelice, allor che nasce
in questa vita di miserie piena,
pria ch’al Sol, gli occhi al pianto, e, nato a pena,
va prigionier fra le tenaci fasce.
     Fanciullo, poi che non piú latte il pasce,
sotto rigida sferza i giorni mena;
indi, in etá piú ferma e piú serena,
tra Fortuna ed Amor more e rinasce.
     Quante poscia sostien, tristo e mendíco,
fatiche e morti, infin che curvo e lasso
appoggia a debil legno il fianco antico?
     Chiude alfin le sue spoglie angusto sasso,
ratto cosí, che sospirando io dico:
— Da la cuna a la tomba è un breve passo! —