Prose e poesie bellunesi 2006/Al nome “Comelgo”

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Italo De Candido Ciandon

Al nome “Comelgo” ../III ../V IncludiIntestazione 13 novembre 2015 50% Da definire

III V


Italo De Candido Ciandon

Al nome “Comelgo”.

Visto che al ladin rua dal latin, ei verto al dizionario di Romane e inei cetó: “comis, e”, che vo dì “grazioso” “che pias”, agetivo; “locus,i”, che vo dì “logo, contrada, sito”, sostantivo. Nei savon che la “l” latina zal ladin diventa “li” e così “locus” iné “licus” e alora avon “come-licus = grazioso logo”. Sto nome è stó dó dai prime ladine ruade n Comelgo, così come i à ciamó “videnda” (perifrastica ativa) “da vedse” Visdende, parchiè colpide da la maestosità. Liedo inveze su “Notizie storiche del Comelico e Sappada” de Giovanni Fontana, che al storico don Piero Da Ronco al dis che Comelico vo dì “Valle comunicante”, dal partizipio presente latin “comunicans”, parché logo d passagio tra Cadore, Pusteria e Carintia. La prima obiezion inè: al verbo latino “comunico” nal vo dì “comunicare” tal significato moderno “passà da n logo a n autro”, ma snoma “parlà o dì par scrito” (strano che n pré n al savesse!)

Al “transitare” par latino se dis “transeo, is, transii, transitum, transire”.

Da Ronco al nota ncamò che “vallis” vo dì “valico” e chesto é n autro eror; “vallis” vo dì “valle” e no “passo, valico”, che i latine ciamé “transitus, saltus”. Iné da dì ncamò che i ladine ne n à betù dante al nome “Comelgo” la parola “valle” e nanche a Visdende, parchiè ni é na val. I nos veces à senpro dito noma Comelgo e Visdende.

Segonda obiezion: al Comelgo é stó senpro isoló nti secole, autro che “Val de passagio”. Sasto cuance loghe che dovrà ciamasse Comelgo parchiè i é Val de passagio! Snoma pla Pusteria inera n discreto passagio co inera pocia nei. Par rivé n Cadore, da Cianpedel scognè dì a Danta epò n Auronze, con dislivele enorme.

La strada par la Ciargna è stada fata noma n tal 1756; chela dla Val dal Piai n tal 1840; la galaria noma tal 1986; anche ncoi s al dovesse maià com n ota, al trafico sarà n dificoltà.

Me auguro che l etimo “come locus = grazioso luogo” seia betù sui cartiei in ogni paes dal Comelgo. Se n nome cusì lo avesse autre ‘sone, i avarà bel fato na propaganda enorme.

(Sa Stefi)