R.D.L. 19 luglio 1924, n. 1243 - Unificazione della gestione delle linee ferroviarie di Fiume con quella delle ferrovie dello Stato

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Regno d'Italia

1924 R diritto diritto R.D.L. 19 luglio 1924, n. 1243 Intestazione 30 maggio 2013 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Unificazione della gestione delle linee ferroviarie di Fiume con quella delle ferrovie dello Stato
1924
G.U. di pubblicazione: 20 agosto 1924, n. 195



VITTORIO EMANUELE III

PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTÀ DELLA NAZIONE

RE D’ITALIA


Visto il R. decreto legge 22 febbraio 1924, n. 211, circa l’approvazione dell’accordo concluso fra l’Italia ed il Regno dei Serbi, Croati e Sloveni, sottoscritto a Roma il 27 gennaio 1924, col quale si stabilisce che la città di Fiume ed il territorio attribuito all’Italia fanno parte integrante del Regno d’Italia;

Udito il Consiglio dei Ministri;

Sulla proposta dei nostri Ministri Segretari di Stato per le comunicazioni e per le finanze;

Abbiamo decretato e decretiamo:

Art. 1.

Le ferrovie comprese nel territorio della città di Fiume, fanno parte della rete delle ferrovie dello Stato.

A partire dall’esercizio finanziario 1924-25 gli introiti e le spese delle linee e degli impianti ferroviari medesimi saranno inscritti nel bilancio dell’Amministrazione delle ferrovie dello Stato, restando unificata la gestione delle linee e degli impianti ferroviari stessi con quelli delle linee formanti la rete esercitata dalla detta Amministrazione.

Art. 2.

Il rimborso alla predetta Amministrazione delle ferrovie dello Stato del disavanzo relativo alle mentovate linee Fiumane, per il periodo 6 ottobre 1921-30 giugno 1924, sarà effettuato a carico del fondo inscritto al capitolo n. 450 « saldo della gestione delle linee ferroviarie delle nuove provincie » dello stato di previsione della spesa del Ministero delle finanze per l’esercizio finanziario 1923-24.

Il presente decreto sarà presentato al Parlamento per la sua conversione in legge.

Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno d’Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a Sant’Anna di Valdieri, addì 19 luglio 1924.

VITTORIO EMANUELE.

MUSSOLINI — CIANO — DE’ STEFANI.

Visto, il Guardasigilli: OVIGLIO.

Registrato alla Corte dei Conti, con riserva, addì 18 agosto 1924.

Atti del Governo, registro 227, foglio 59. – GRANATA.