Ra Gerusalemme deliverâ/Al leggitore

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Al leggitore

../Frontespizio ../A ra presente traduzion IncludiIntestazione 2 aprile 2014 75% Da definire

Frontespizio A ra presente traduzion
[p. iii modifica]

AL LEGGITORE.


N tanto pregio fu sempre presso ciascun Erudito la GERUSALEMME LIBERATA del rinomatissimo Torquato Tasso, che omai tradotta in ogni lingua si vede. I soli Genovesi, i quali non ebbero minor parte in quella gloriosa conquista, non dovevano certamente star mutoli al canto dell’altrui Muse. Il celebre Francesco Maria Viceti diede principio a somiglievole Traduzione; e scorgendosi da alcuni nostri Poeti, che il Genovese linguaggio era capace delle stesse vivaci forme, e della stessa leggiadria, di cui fregiasi ogn’altra Lingua, animaronsi a farne la Traduzione compiuta; lusingandosi, che se non altro sarà gradita la bizzarria del pensiero.


ZENEIXI voi, che seì léze, e pensá,
Lezeì chì apprœuvo, e dí vostro pareì,
E se incontræ sgarroin a treì, a treì,
Fæghe rôso, e lascæri camminá.

Quando penso a quest'œuvera stampâ,
     Tremmo tutto, e me ven gianco ro peí,
     Ma j âtre Traduzioin se passo a veí,
     Me començo ciù tosto a consolâ.

Ro Dottô, Pantalon, Xanni, e Coviello
     Ro Tasso han sbarattaoù tutti in buffon,
     E son stæti piaxûi da quest'e quello;

Aoura se a dí bon’ombre è bello e bon
     Ro Caporâ Zeneize Darseniello
     O starà a veì chi passa a ro barcon?