Rime (Meo de' Tolomei)/12 - Da te parto 'l mie core, Ciampolino

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Da te parto ’l mie core, Ciampolino

../11 - Mia madre m’ha ’ngannat’e Ciampolino ../13 - Io feci di me stesso un Ciampolino IncludiIntestazione 20 maggio 2009 75% Sonetti

Meo de' Tolomei - Rime (XIII secolo)
Da te parto ’l mie core, Ciampolino
11 - Mia madre m’ha ’ngannat’e Ciampolino 13 - Io feci di me stesso un Ciampolino

 
     Da te parto ’l mie core, Ciampolino,
e se no’ fummo giamma’ dritt’amici,
ora sarem mortalmente nemici,
per che del mie mi nieghi più che Mino;
     5e quando tel dimando, ’n tuo latino
sì usi spesso: – Non so che ti dici! –
Sie certo ch’ i’ sapre’ mangiar pernici
e giucar e voler lo mascolino,
     sì come tu; ma aggio abbandonate
10queste tre cose, per ch’om non potesse
dir: – Quegli è giunto in grande povertate. –
     Or tu se’ ’l bon garzon, chi ti credesse!
Così ti dia Iddio vit’e santate;
e tu hai ben a dir: – Cristo ’l volesse! –