Rime (Vittorelli)/Sonetti/Sonetto 18

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Filosofia

A una Dama, che molto si rammaricava di essere divenuta alquanto grassa in Campagna. ../Sonetto 17 ../../Stanze IncludiIntestazione 27 dicembre 2010 100% poesie

A una Dama, che molto si rammaricava di essere divenuta alquanto grassa in Campagna.
Sonetti - Sonetto 17 Stanze
[p. 34 modifica]

A una Dama, che molto si rammaricava di essere divenuta alquanto grassa in Campagna.


Col fato avverso si quereli e crucci
     La pallida Nerina in fiochi accenti,
     Se ria febbre l’assalga, ed i languenti
     Teneri membri le divori e succi.

Ma tu, che movi due sereni occhiucci
     D’elettrica materia ognora ardenti;
     Tu, che a’ labbri vermigli e sorridenti
     Sembri una rosa, quando vien che sbucci;

Non ti lagnar, se grassolino un poco
     Festi il bel viso tra le dolci fraghe,
     Che dan nome sì caro al verde Loco 1.

Con quelle guance ritondette e vaghe
     Destar ben puossi l’amoroso foco
     Senza minio venal, senz’arti maghe.

Note

  1. Fragolina, villa così detta dall’abbondanza delle fragole.