Rime (Vittorelli)/Sonetti/Sonetto 7

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Filosofia

Al P. Calvi Antiquario e Storico. Per Nozze. ../Sonetto 6 ../Sonetto 8 IncludiIntestazione 27 dicembre 2010 100% poesie

Al P. Calvi Antiquario e Storico. Per Nozze.
Sonetti - Sonetto 6 Sonetti - Sonetto 8
[p. 23 modifica]

Al P. Calvi Antiquario e Storico.

Per Nozze.


Tu, che qual chiara e inestinguibil face,
     Che al dubbio peregrin lume dispensa,
     Spargi di vivi rai l’ombra più densa
     De la rimota antichità fallace;

Alza lo sguardo, che pensoso giace
     Su i vetusti papiri, e su la immensa
     Prisca serie de’ nummi, in cui si addensa
     L’invidiosa ruggine mordace.

Indi ti volgi a i duo novelli Amanti
     Che in premio de i sospir teneri e casti
     Oggi allaccia Imeneo di nodi santi.

Poi dimmi, o Calvi, se finor mirasti
     Due più bell’alme, due più bei sembianti
     Ne’ bronzi antichi, o ne gli antichi fasti.

Note