Rime d’amore (Torquato Tasso)/332

Da Wikisource.
332. Donna, se dopo tanti e tanti torti

../331 ../333 IncludiIntestazione 30 aprile 2015 25% Da definire

332. Donna, se dopo tanti e tanti torti
331 333
[p. 380 modifica]

332.


Donna, se dopo tanti e tanti torti
     Che voi m’avete fatti a me chiedete
     Lagrimando perdono
     Con modi cosí dolci e cosí accorti,
     5Da me perdono avrete,
     Se darlo un servo può, ché servo i’ sono
     E voi mia donna sete:
     Ma che poss’io se pur alcun v’incolpa?
     Tôrvi posso la pena e non la colpa.