Rime di Argia Sbolenfi/Libro secondo - Le decadenti/Le elezioni di Milano

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Le elezioni di Milano - 1895

../"En rev'nant d' la revue" ../Deo crepitvi sacrvm IncludiIntestazione 19 settembre 2008 75% letteratura

Libro secondo - Le decadenti - "En rev'nant d' la revue" Libro secondo - Le decadenti - Deo crepitvi sacrvm

I

Lode a te sia, Milano,
        Poichè Papa Leone
        Ti manda di lontano
        La sua benedizione!

Vieni a baciar la mano
        Del Vicerè padrone
        E torna piano piano
        Ai giorni del bastone.

Il tempo è già maturo
        Pel giudizio statario
        Ed il carcere duro.

Intanto, Segretario
        Del Sindaco futuro,
        Sarà Don Albertario.


II

Per grazia del Signore
        Un regime paterno
        Studiato dal Questore
        Diventerà governo

E il vigile censore
        Ricaccerà all’inferno
        I libri e quest’orrore
        Di spirito moderno.

Chi avesse poi prurito
        Di fare il liberale,
        Sarà preso e punito

E il Regno Temporale
        Sarà ristabilito
        Per decreto reale.