Salmi (Diodati 1821)/capitolo 37

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../ capitolo_36

../capitolo_38 IncludiIntestazione 10 aprile 2012 75% Da definire

capitolo 36 capitolo 38

[p. 475 modifica]

SALMO 37.

Il peccatore, benchè prosperi, non deve essere invidiato: in ultimo saran felici solo i giusti.

Salmo di Davide.

1 NON crucciarti per cagion de’ maligni; non portare invidia a quelli che operano perversamente;

2 Perciocchè saran di subito ricisi come fieno, e si appasseranno come erbetta verde.

3 Confidati nel Signore, e fa bene; tu abiterai nella terra, e vi pasturerai in confidanza.

4 E prendi il tuo diletto nel Signore, ed egli ti darà le domande del tuo cuore.

5 Rimetti la tua via nel Signore; e confidati in lui, ed egli farà ciò che bisogna1;

6 E produrrà fuori la tua giustizia, come la luce; e la tua dirittura, come il mezzodì.

7 Attendi il Signore in silenzio2; non crucciarti per colui che prospera nella sua via, per l’uomo che opera scelleratezza.

8 Rimanti dell’ira, e lascia il cruccio; non isdegnarti, sì veramente, che tu venga a far male3.

9 Perciocchè i maligni saranno sterminati; ma coloro che sperano nel Signore possederanno la terra.

10 Fra breve spazio l’empio non sarà più; e se tu poni mente al suo luogo, egli non vi sarà più.

11 Ma i mansueti possederanno la terra4, e gioiranno in gran pace.

12 L’empio fa delle macchinazioni contro al giusto, e digrigna i denti contro a lui.

13 Il Signore si riderà di lui; perciocchè egli vede che il suo giorno viene.

14 Gli empi hanno tratta la spada, ed hanno teso il loro arco, per abbattere il povero afflitto ed il bisognoso; per ammazzar quelli che camminano dirittamente.

15 La loro spada entrerà loro nel cuore, e gli archi loro saranno rotti.

16 Meglio vale il poco del giusto, che l’abbondanza di molti empi5.

17 Perciocchè le braccia degli empi saranno rotte; ma il Signore sostiene i giusti.

18 Il Signore conosce i giorni degli uomini intieri; e la loro eredità sarà in eterno.

19 Essi non saran confusi nel tempo dell’avversità; e saranno saziati nel tempo della fame.

20 Ma gli empi periranno; ed i nemici del Signore, come grasso d’agnelli, saranno consumati, e andranno in fumo.

21 L’empio prende in prestanza, e non rende; ma il giusto largisce, e dona.

22 Perciocchè i benedetti dal Signore erederanno la terra; ma i maledetti da lui saranno sterminati.

23 I passi dell’uomo, la cui via il Signore gradisce, son da lui addirizzati.

24 Se cade, non è però atterrato6; perciocchè il Signore gli sostiene la mano.

25 Io sono stato fanciullo, e sono eziandío divenuto vecchio, e non ho veduto il giusto abbandonato, nè la sua progenie accattare il pane.

26 Egli tuttodì dona e presta; e la sua progenie è in benedizione.

27 Ritratti dal male, e fa il bene; e tu sarai stanziato in eterno.

28 Perciocchè il Signore ama la dirittura, e non abbandonerà i suoi santi; essi saranno conservati in eterno; ma la progenie degli empi sarà sterminata.

29 I giusti erederanno la terra; ed abiteranno in perpetuo sopra essa.

30 La bocca del giusto risuona sapienza7, e la sua lingua pronunzia dirittura.

31 La Legge dell’Iddio suo è nel suo cuore8; i suoi passi non vacilleranno.

32 L’empio spia il giusto, e cerca di ucciderlo.

33 Il Signore non glielo lascerà nelle mani, e non permetterà che sia condannato, quando sarà giudicato.

34 Aspetta il Signore9, e guarda la sua [p. 476 modifica]via, ed egli t’innalzerà, acciocchè tu eredi la terra; quando gli empi saranno sterminati, tu lo vedrai.

35 Io ho veduto l’empio possente, e che si distendeva come un verde lauro;

36 Ma egli è passato via; ed ecco, egli non è più; ed io l’ho cercato, e non si è ritrovato.

37 Guarda l’integrità, e riguarda alla dirittura; perciocchè vi è mercede per l’uomo di pace10.

38 Ma i trasgressori saranno distrutti tutti quanti; ogni mercede è ricisa agli empi.

39 Ma la salute de’ giusti è dal Signore11; egli è la lor fortezza nel tempo dell’afflizione;

40 Ed il Signore li aiuta e li libera; li libera dagli empi, e li salva; perciocchè hanno sperato in lui.