Salmi (Diodati 1821)/capitolo 94

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../ capitolo_93

../capitolo_95 IncludiIntestazione 28 maggio 2012 75% Da definire

capitolo 93 capitolo 95

[p. 501 modifica]

SALMO 94.

Appello alla giustizia di Dio contro ai malvagi.

1 O SIGNORE Iddio delle vendette; o Dio delle vendette1, apparisci in gloria.

2 Innalzati, o Giudice della terra; rendi la retribuzione ai superbi.

3 Infino a quando, o Signore, infino a quando trionferanno gli empi?

Infino a quando sgorgheranno parole dure? Infino a quando si vanteranno tutti gli operatori d’iniquità?

5 Signore, essi tritano il tuo popolo, ed affliggono la tua eredità;

6 Uccidono la vedova e il forestiere, ed ammazzano gli orfani;

7 E dicono: Il Signore non ne vede, e l’Iddio di Giacobbe non ne intende nulla.

8 O voi i più stolti del popolo, intendete; e voi pazzi, quando sarete savi?

9 Colui che ha piantata l’orecchia non udirebbe egli? Colui che ha formato l’occhio non riguarderebbe egli2?

10 Colui che gastiga le genti, che insegna il conoscimento agli uomini, non correggerebbe egli?

11 Il Signore conosce i pensieri degli uomini, e sa che son vanità3.

12 Beato l’uomo il qual tu correggi4, Signore, Ed ammaestri per la tua Legge;

13 Per dargli riposo, liberandolo da’ giorni dell’avversità, mentre è cavata la fossa all’empio.

14 Perciocchè il Signore non lascerà il suo popolo, e non abbandonerà la sua eredità5.

15 Perciocchè il giudicio ritornerà a giustizia, e dietro a lui saranno tutti quelli che son diritti di cuore.

16 Chi si leverà per me contro a’ maligni? Chi si presenterà per me contro agli operatori d’iniquità?

17 Se il Signore non fosse stato mio aiuto, per poco l’anima mia sarebbe stata stanziata nel silenzio6.

18 Quando io ho detto: Il mio piè vacilla; la tua benignità, o Signore, mi ha sostenuto.

19 Quando io sono stato in gran pensieri dentro di me, le tue consolazioni han rallegrata l’anima mia.

20 Il seggio delle malizie che forma iniquità in luogo di statuti, potrebbe egli esserti congiunto7?

21 Essi corrono a schiere contro all’anima del giusto, e condannano il sangue innocente8.

22 Ma il Signore mi è in vece d’alto ricetto; e l’Iddio mio in vece di rocca di confidanza.

23 Ed egli farà lor tornare addosso la loro iniquità, e li distruggerà per la lor propria malizia9; il Signore Iddio nostro li distruggerà.