Scritti vari (Ardigò)/Articoli/La formazione inconscia delle convinzioni

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Filosofia

La formazione inconscia delle convinzioni ../ Il metodo del lavoro intellettuale di R. Ardigò ../La condizione fisica della coscienza IncludiIntestazione 26 aprile 2011 100% Filosofia

Articoli - Il metodo del lavoro intellettuale di R. Ardigò Articoli - La condizione fisica della coscienza
[p. 231 modifica]

16.
La formazione inconscia delle convinzioni.


L’esperienza individuale, la suggestione dal dire e dal fare degli altri, nonchè dalle usanze e dalle istituzioni vigenti, fanno nascere in un uomo, a sua insaputa e suo malgrado, quelle idee e quelle convinzioni, onde egli, per inconscio procedimento della psiche in lui così formatasi, si trova indotto e forzato a giudicare della giustizia e della moralità degli atti suoi e altrui. E sì, che egli si persuada di subire in questo il dominio imprescrivibile di una ragione sovrana informatrice a priori della coscienza, rivelantesi originariamente e imperante a tutti [p. 232 modifica]gli uomini ugualmente in tutti i luoghi, in tutti i tempi, in tutte le condizioni.

Ma disillude da questo pregiudizio, lasciando vedere come si verifichi il fatto realmente, oltrechè lo studio a pochi privilegiati possibile dei processi della formazione conoscitiva, l’osservazione ovvia e facile a tutti, che il sentimento, che dirige più o meno coscientemente a giudicare, si differenzia da uomo a uomo secondo l’età, il sesso, il temperamento, la condizione, le vicende della vita, la razza, la plaga abitata, lo stato sociale, l’epoca storica, e via discorrendo: segno questo evidente che il sentimento medesimo viene formandosi, come sopra è detto, dietro le impressioni singolarmente da ciascuno subite nel corso della sua vita.

(Studi in onore di Biagio Brugi nel 30° anniversario del suo insegnamento, Palermo, 1910, pag. I).