Scrivi, mi dice un valoroso sdegno

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Faustina Maratti

1833 S Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 5 novembre 2016 75% Canzoni

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte

[p. 45 modifica]

XXXVIII


Scrivi, mi dice un valoroso sdegno,
     Che in mio cor siede armato di ragione:
     Scrivi l’iniqua del tuo mal cagione,
     E scuopri pur l’altrui livore indegno.
5Mi scuoto allor, qual della tromba al segno
     Nobil destrier che non attenda sprone:
     Ma sorge un pensier nuovo, e al cor s’oppone,
     Ond’io fò di me stessa a me ritegno.
Nò, che a vil nome: e ad opre rie non voglio
     10Dar vita e lascio pur che il tempo in pace
     Cangi l’asprezza d’ogni mio cordoglio,
Così del vulgo rea vendetta face
     Chi piena l’alma d’onorato orgoglio,
     Sen passa altier sopra l’offesa, e tace.