Sonetti romaneschi II/Le tre ccorone der Papa

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Er quinto commannamento de Ddio Li scortichini


[p. 305 modifica]


LE TRE CCORONE DER PAPA


 
     Vedenno er Papa come se sta ffreschi
Pe ccausa de la smossa1 framasona,
Ha cchiamato una frotta2 de todeschi
Pe gguardajje a Bbologgna una corona.
              
     E ddoppo, lui che ssa ccosa se peschi 3
Pe nnun perde lo Stato a la carlona,
Ha ingozzato una frotta de Franceschi, 4
Che jje ne guarda un’antra in faccia a Ancona.
              
     E ddoppo, er russio, er brussio e ll’ingresino
Manneranno tre ffrotte pe ppescetta 5
A gguardajje la terza a Ffiumiscino. 6
              
     E intanto, in mezzo a Rroma bbenedetta
Je guardeno er triregno e uno e ttrino
Li Carbonari7 ar porto de Ripetta.8


Roma, 29 dicembre

no match[modifica]

1832 - Der medemo


Note

  1. Commozione.
  2. Flotta.
  3. Cosa egli si faccia.
  4. Francesi, in modo scherzevole.
  5. Per giunta.
  6. Foce del Tevere.
  7. Nome amfibologico e precisamente di circostanza.
  8. Il minor porto del Tevere a Roma, dove approdono le barche di carbone, vino, ecc.