Sonetti romaneschi V/Le commediole

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
La caristía der 37 I Er zor Diego acciaccatello

Pagina:Sonetti romaneschi V.djvu/114

LE COMMEDIOLE


 
     Quello der Portogallo, che sse disce 1
Re, sta a Rroma a ccredenza, e cciarza2 trono. <ref>Don Michele I di Braganza e Alcantara alzò trono pel baciamano del San

Pagina:Sonetti romaneschi V.djvu/115

Michele 1836. Fu a porte chiuse, ammessi i soli di lui confidenti, presi fra i più screditati cittadini di Roma e innalzati al grado di ciambellani e grandi dignitari di corte. </ref>
Quello de Francia pubbrica er perdono
Eppoi strilla: “Ah mmundiú! mmó ssò ffilisce„. 3
              
     Quel’antro de li Greghi, ch’è er piú bbono,
Se farebbe arrostí ssu la scinisce 4
P’er zu’ popolo; e intanto nun disdisce
Le truppe che Ppapà jje mannò in dono. 5
              
     Lo Spaggnolo dilibbera la Spaggna
A ccannonate;6 e Ssuarfa romano 7
Piaggne er fraggello de la fame e mmaggna. 8
              
     Misúreli accusí ’na quarta rasa
E una corma,9 per dio!, sò10 ssempre un grano;
E ffanno tutti er teatrino in casa.

no match

25 maggio 1837


Note

  1. Si dice.
  2. Ci alza.
  3. Il re Luigi Filippo di Borbone, proclamata per necessità la generale amnistia politica (sotto alcune riserve fondamentali), abbracciò il suo ministro guarda-sigilli esclamando scenicamente: “Enfin je suis heureux!„.
  4. Ciníce : carbone trito o carbone di ramuscelli.
  5. Otone di Baviera, re dell’Ellade, ha pel riposo de’ suoi amatissimi sudditi prorogato clementemente di altri quattro anni il soggiorno de’ reggimenti bavari sul territorio greco.
  6. Don Carlos di Borbone massacra i diletti figli del suo cuore, onde liberarli dalla oppressione del regime costituzionale sotto le di lui dolci cognata e nipote, Cristina e Isabella.
  7. Sualfa: nome d’ironica intelligenza.
  8. Si allude alla carestia prodotta dalle convulsioni atmosferiche di questo anno e del precedente. La Santità di Gregorio XVI non fa che gemerne pei tipi della R. C. A.
  9. Colma.
  10. Sono.