Sonetti romaneschi V/Lo scaricabbarili der Governo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Lo scaricabbarili der Governo

../Er testamento der bizzoco ../«Come va, Geremia?» «Sempre l'istesso» IncludiIntestazione 31 marzo 2010 25% Sonetti

Er testamento der bizzoco «Come va, Geremia?» «Sempre l'istesso»

__MATCH__:Pagina:Sonetti romaneschi V.djvu/294

LO SCARICABBARILI DER GOVERNO


 
     Ce penzeranno lòro: ècco sti Santi
Cos’hanno sempr’in bocca, per dio d’oro!
E cco sto bbèr ce penzeranno lòro
Intanto cqui nnun ze pò annà ppiú avanti.
              
     Ma sti lòro chi ssò, ssi ttutti quanti
Nun fann’antro cqui ddrento c’un lavoro
De dormí, mmaggnà e bbeve, e ccantà in coro?
Di’ sti lòro chi ssò? ll’appiggionanti?
              
     Si le cariche a Rroma l’hanno tutte
Li portroni, sti lòro dove stanno?
Dove stanno sti lòro? in Galigutte?
              
     Sai come va a ffiní? ffinissce poi
Che ssi sti lòro nun ce penzeranno,
Un po’ ppiú in là cce penzeremo noi.


17 gennaio 1845