Differenze tra le versioni di "Pagina:I Nibelunghi, Hoepli, 1889, I.djvu/402"

Jump to navigation Jump to search
Modifica pagina via js
(Xavier121: split)
 
(Modifica pagina via js)
  Cosa significano le icone?  Cosa significano le icone?
-
Pagine SAL 25%
+
Pagine SAL 25%
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
 
<poem>
 
<poem>
  +
Avventura Diciottesima
4
 
  +
In clic modo Sigemundo ritornò al suo paese
■*
 
 
Di Kriemhilde lo suocero sen venne
I Nibelunghi 333 i
 
  +
Là 've incontrolla. Ei disse a la regina:
Per la tua fede. E non t’ è d’uopo a quelli :
 
  +
Noi torneremo in nostra terra. Credo
Che t’ han fatto dolor, l’anima tua
 
  +
Che ospiti disamati qui siam noi
Ilan conturbata, dimandar servigi.
 
  +
Presso al Reno. Venite, o donna assai
Di mia ricchezza vivrai tu. — Cotosto
 
  +
Cara, Kriemhilde, al mio paese. Un core
Avvenir non potrà, disse colei
 
  +
Sleal poi che ci rese in questa terra
Ai cavaliero. S’io veder dovessi
 
  +
Orbi del vostro inclito sposo, a voi
Hàgene ancora, mi morrei d’affanno.
 
  +
Portar la pena anche non tocca. E voglio
Dolce sorella mia, sciolta di tanto :
 
  +
Per quella vita del mio dolce figlio
10 ti farò. Presso al fratello tuo,
 
  +
Esser fedele a voi. Su ciò v’è d’uopo
Giselliero, tu resta. Io de la morte
 
  +
Andar di dubbio sciolta. E la possanza
Dell’uomo tuo vo’ consolarti. —E quella, :
 
  +
Tutta avrete pur anco, o donna mia,
Poverella di Dio, cosi rispose :
 
Di Kriemhilde è cotesto alto bisogno !
 
Poiché, con tal bontà, sì la pregava
 
11 giovinetto, Ute e Gernòt e quelli
 
Suoi congiunti fedeli incominciare
 
A supplicar. Ch’ella restasse ancora,
 
Pregavan essi ; e niun congiunto invero :
 
Di Sifrido tra i prodi ella si avea.
 
Gernòt cosi dicea: Tutti là sono
 
Stranieri a voi, nè tanto vive alcuno,
 
Anche se forte, che non giaccia estinto. :
 
I 334 I
 
 
</poem>
 
</poem>
Piè di pagina (non incluso)Piè di pagina (non incluso)
Riga 1: Riga 1:
   
<references/></div>
+
</div>

Menu di navigazione