Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1910, VII.djvu/380: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
(Alex_brollo: split)
 
  Cosa significano le icone?  Cosa significano le icone?
-
Pagine SAL 25%
+
Pagine SAL 75%
Intestazione (non inclusa):Intestazione (non inclusa):
Riga 1: Riga 1:
{{RigaIntestazione|366|''ATTO PRIMO''||s=si}}
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
{{Pt|{{Indentatura}}<br>}}
pensare ; del resto il signor Pantalone non mi leverebbe la mia
figliuola.


pensare; del resto il signor Pantalone non mi leverebbe la mia figliuola.
{{sc|Rosaura}}. Se non volete ch’ io vada, resterò.

{{sc|Rosaura}}. Se non volete ch’io vada, resterò.


{{sc|Beatrice}}. No, va pure, ma assicurati che poco ci starai.
{{sc|Beatrice}}. No, va pure, ma assicurati che poco ci starai.
Riga 11: Riga 10:
{{sc|Beatrice}}. Se prendo marito, ti voglio con me, caschi il mondo.
{{sc|Beatrice}}. Se prendo marito, ti voglio con me, caschi il mondo.


{{sc|Rosaura}}. Oh mamma mia ! Volete maritarvi ?
{{sc|Rosaura}}. Oh mamma mia! Volete maritarvi?


{{sc|Beatrice}}. Può essere di sì.
{{sc|Beatrice}}. Può essere di sì.


{{sc|Rosaura}}. Fate presto, fate presto. Oh che gusto! Averò il mio
{{sc|Rosaura}}. Fate presto, fate presto. Oh che gusto! Averò il mio papà.
papà.


{{sc|Beatrice}}. E poi subito mariterò ancora te.
{{sc|Beatrice}}. E poi subito mariterò ancora te.
Riga 26: Riga 24:
{{sc|Rosaura}}. Signora sì.
{{sc|Rosaura}}. Signora sì.


{{sc|Beatrice}}. E voglio io maritarti. Il signor tutore vada a coman-
{{sc|Beatrice}}. E voglio io maritarti. Il signor tutore vada a comandare al suo figliuolo. Quattordicimila ducati di dota non si hanno a gettar via malamente.
dare al suo figliuolo. Quattordicimila ducati di dota non si
hanno a gettar via malamente.


{{sc|Rosaura}}. Signora (’) madre.
{{sc|Rosaura}}. Signora<ref>Bett.: ''Eh! Signora'' ecc.</ref> madre.


{{sc|Beatrice}}. Che cosa vuoi?
{{sc|Beatrice}}. Che cosa vuoi?
Riga 36: Riga 32:
{{sc|Rosaura}}. Mi darete il signor Florindo?
{{sc|Rosaura}}. Mi darete il signor Florindo?


{{sc|Beatrice}}. Che Florindo? Che parli tu di Florindo? Egli non è
{{sc|Beatrice}}. Che Florindo? Che parli tu di Florindo? Egli non è per te. Florindo è giovine serio, sostenuto; non vuole una fraschetta
; vuole una donna posata, una donna di garbo. Guardate che pretensioni!
per te. Florindo è giovine serio, sostenuto ; non vuole una fra-
schetta ; vuole una donna posata, una donna di garbo. Guar-
date che pretensioni !


{{sc|Rosaura}}. lo non dico altro.
{{sc|Rosaura}}. Io non dico altro.


{{sc|Beatrice}}. Il signor Florindo ? Fa ch’ io non ti senta più nominarlo.
{{sc|Beatrice}}. Il signor Florindo? Fa ch’io non ti senta più nominarlo.


{{sc|Rosaura}}. Non dubitate, non lo nomino più.
{{sc|Rosaura}}. Non dubitate, non lo nomino più.


{{sc|Beatrice}}. Guardate la graziosa ! Tutti quelli che vede, li vor-
{{sc|Beatrice}}. Guardate la graziosa! Tutti quelli che vede, li vorrebbe per sè.
rebbe per sé.


{{sc|Rosaura}}. Tutti no, quello solo ...
{{sc|Rosaura}}. Tutti no, quello solo ...
Riga 55: Riga 48:


{{sc|Rosaura}}. Non parlo.
{{sc|Rosaura}}. Non parlo.
(I) Bett.: Eh! Signora ecc.
{{Pt|</div>}}
Piè di pagina (non incluso)Piè di pagina (non incluso)
Riga 1: Riga 1:
</div>

<references/></div>
248 989

contributi

Menu di navigazione