Differenze tra le versioni di "Pagina:Manzoni.djvu/147"

Jump to navigation Jump to search
m
OCR result
m (OCR start)
m (OCR result)
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
  +
p cn} mm soon: n mi monaca currocxca. M5
{{OCR en cours}}
 
  +
siano cattolici, sian protestanti, l' Inno manzoniano
  +
della Pentecoste, ossia l' inno dell’amore, l’ inno della
  +
carita. Il Manzoni sta per uscir dalla tutela troppo op-
  +
primente della sua guida spirituale. Egli è arrivato È
  +
finalmente a riposare non più nel genere, ma in una
  +
sua propria specie di fede; ma egli vuole poi esser È
  +
libero di cantarla come la sente, non vuol più trac-
  +
cio, la traccia egli se la darà questa volta da se; non
  +
teme oramai più il ridicolo, che da principio lo di- ;
  +
sturbava ed irritava, ed arrivato alla calma, anzi a
  +
quella pace che il mondo nridc, ma non pno rapine,
  +
· e chi ha la pace nell’ani1na è libero e ‘ padrone cli
  +
set Percio, nel suo Canto della Pentecoste, che ap-
  +
partiene già ad un nuovo ciclo della vita manzoniana,
  +
il Poeta ritrova nuovamente se stesso, tutta la sua
  +
originalità, ` tutta la sua potenza; noi sentiamo risor-
  +
gere il Manzoni dell’ Imbonati, ma rinvigorito, ma
  +
più eloquente, ma più sereno e più grande; noi reci-
  +
tiamo commessi la sua magnifica invocazione lirica
  +
all’Amore or:et£ono, perche si diñonda e si comunichi
  +
a tutte le vite, a tutte le età della vita : ‘ ‘
  +
Noi Vimploriam ;. nei languidi `
  +
L Pensier dell’infelìcc
  +
' l Scendi, pìaoevol Alìto,
  +
i « Aura consolatrice;
  +
~ Scendi bufera ai tumidi
  +
s` Pensier del violento;
  +
Vi spira uno sgomento,
  +
A Che- insegni la pieta.
  +
Per tc sollevi il povero
  +
e Al ciel,ch’esuo, le ciglia; ~
  +
Volga ì lamenti in giubilo,
  +
A. D: Gncnxmrro. i tۥ
24 805

contributi

Menu di navigazione