Differenze tra le versioni di "Sulla lingua italiana. Discorsi sei/Discorso secondo"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
(Correzione pagina via bot)
Dante, oltre a’ poeti della corte di Federigo, ne nomina parecchi di Lombardia, di Romagna e di Toscana, fra’ quali i più celebri furono tre che ebbero nome Guido.
 
Il primo [http://it.wikisource.org/wiki/Autore:Guido_Guinizzelli] di essi nacque a Bologna della casa patrizia de’ Guinicelli; ed è di lui che Dante dice:
<poem>[...] ''udii nomar sè stesso, il padre''
''Mio, e degli altri miei maggior, che mai''
Utente anonimo

Menu di navigazione