Talora io parlo a un colle a un rivo a un fiore

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giambattista Felice Zappi

T Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 15 luglio 2018 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte

[p. 7 modifica]

XIV.


Talora io parlo a un colle a un rivo a un fiore,
     E l’aspre del mio cor pene descrivo;
     Ma non mi crede il colle il fiore il rivo,
     Chè per vezzo del canto io fingo amore.
5Talor m’ascolta poi Ninfa o Pastore
     Dir, ch’io non amo, e ’l bel d’un volto ho a schivo
     Ninfe, e Pastor non mi si creda: io vivo
     Pur troppo amante: oh se vedeste il core!
Non amo nò, sebben di Filli, e Iole
     10Canto talor, ma pur le fiamme ho in seno:
     Chi mai può non amar quand’amar vuole?
Amo, e non amo un gentil volto e bello:
     Quel ch’io lodo non è quel, per cui peno;
     Ma quel ch’io taccio, ah quel ch’io taccio è quello.