Tanta è l’angoscia c'haggio dentro al core

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Cino da Pistoia

XIV secolo T Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu sonetti Letteratura Tanta è l’angoscia c’haggio dentro al core Intestazione 16 luglio 2016 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime (Cino da Pistoia)


[p. 95 modifica]

     Tanta è l’angoscia c’haggio dentro al core,
Che spesse fiate l’alma ne sospira;
E se un pensier non fusse che ’l dolore
Allevia quando Amor gli occhi suoi gira,
     5Io sarei già di questa vita fore:
Ora madonna che ’l mio mal desira,
Veggendomi languire a tutte l’ore,
Lieta è del male, e del mio ben s’adira.
     Onde mi spiace quel che Amore aggrada;
10Et è sì tale il duol ch’ogn’or rinnovo,
Che nelle vene il sangue mi s’agghiada.
     Amor, s’altro sollazzo ’n te non trovo,
Seguir non vo’ quel ch’a me tanto sgrada;
Che troppo affanno è quel che per lei provo.