Uomo smarrito che pensoso vai

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Cino da Pistoia

XIV secolo U Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu sonetti Letteratura Uomo smarrito che pensoso vai Intestazione 17 luglio 2016 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime (Cino da Pistoia)


[p. 100 modifica]

     — Uomo smarrito che pensoso vai,
Che hai tu, che tu sei così dolente?
Che vai tu ragionando con la mente,
Traendone sospiri spesso e guai?
     E’ non pare che tu sentissi mai5
Di ben alcun che il core in vita sente,
Anzi par che tu muori duramente
Negli atti e ne’ sembianti che tu fai.
     Se tu non ti conforti, tu cadrai
In disperanza sì malvagiamente.10
Che questo mondo e l’altro perderai.
     Deh vuoi tu morir così vilmente?
Chiama pietate, chè tu camperai. —
Questo mi dice la pietosa gente.