Viva l'Augusto Carlo. Oppressa e vinta

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giambattista Felice Zappi

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Viva l’Augusto Carlo. Oppressa e vinta Intestazione 23 settembre 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
[p. 26 modifica]

LII.


Viva l’Augusto Carlo. Oppressa e vinta
     Cadde Belgrado, e già la Croce adora?
     Bacia l’auree catene, ond’oggi è avvinta,
     E del nuovo Signor se stessa onora.
5Ma questo è poco. Alle difese accinta
     Tutt’i suoi Regni spopolò l’Aurora:
     E già fugata e prigioniera, e spinta
     Fu la grand’Oste: e questo è poco ancora.
Io del destino apro i volumi, e leggo,
     10Che del barbaro Impero è già maturo
     L’ultimo eccidio che nel Ciel si trama.
Poi volgo il guardo in ver Bizanzio, e veggo
     L’ombra di Costantino alta sul muro,
     Che il successor dell’Austria aspetta e chiama.