Voglio cantare e se non canto more

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XX secolo

V Canti cantastoria Voglio cantare e se non canto more Intestazione 7 aprile 2008 75% Canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Voglio cantare e se non canto more,
collo cantà mi sfoghe le mie pene.

2La gente che mi sentono cantare
pensano che ci stonghe allegramente.

3Pensano che ci stonghe allegramente,
io quando cante allora mi lamente.

4Ci avevo un cuore e l'ho donato a voi,
ma voi a me non mi pensate mai.

5E il Papa santo mi donasse Roma
e mi dicesse: "Lassa andar chi ti ama",

6ed io ci rispondrei: "Sacra corona,
sì, vale a più chi m'ama che tutta Roma".


Traduzione

Voglio cantare e se non canto muoio,
cantando sfogo le mie pene.

2La gente che mi sente cantare
pensa che io mi senta allegro.

3Pensa che io mi senta allegro,
io quando canto allora mi lamento.

4Avevo un cuore e l'ho donato a voi,
ma voi a me non pensate mai.

5Se il Papa santo mi donasse Roma
e mi dicesse: "Lascia andare chi ti ama",

6io gli risponderei: "Sacra corona,
sì, per me vale più chi mi ama che tutta Roma".