Convenzione di applicazione dell'Accordo di Schengen relativo all'eliminazione graduale dei controlli alle frontiere comuni - Trattato, Schengen, 19 giugno 1990: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
 
====CAPITOLO SETTIMO - Responsabilità per l'esame delle domande di asilo ====
;Articolo 28
:Le Parti contraenti riaffermano i loro obblighi ai sensi della Convenzione di Ginevra del 28 luglio 1951 relativa allo status dei rifugiati, quale emendata dal Protocollo di New York del 31 gennaio 1967, senza alcuna restrizione geografica della sfera d'applicazione di tali strumenti, e ribadiscono il proprio impegno a collaborare con i servizi dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati per la loro applicazione.
Le Parti contraenti riaffermano i loro obblighi ai sensi della Convenzione di
;Articolo 29
Ginevra del 28 luglio 1951 relativa allo status dei rifugiati, quale emendata dal
:1. Le Parti contraenti si impegnano a garantire l'esame di ogni domanda di asilo presentata da uno straniero nel territorio di una di esse.
Protocollo di New York del 31 gennaio 1967, senza alcuna restrizione
:2. Tale obbligo non implica che una Parte contraente debba autorizzare in tutti i casi il richiedente asilo ad entrare o a soggiornare nel proprio territorio.
geografica della sfera d'applicazione di tali strumenti, e ribadiscono il proprio
:Ciascuna Parte contraente conserva il diritto di respingere o di allontanare un richiedente asilo verso uno Stato terzo, conformemente alle proprie disposizioni nazionali ed ai propri obblighi internazionali.
impegno a collaborare con i servizi dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite
:3. Qualunque sia la Parte contraente cui lo straniero presenta la domanda di asilo, soltanto una Parte contraente è competente per l'esame della domanda.
per i rifugiati per la loro applicazione.
:Tale Parte contraente è determinata in base ai criteri stabiliti nell'articolo 30.
Articolo 29
:4. Nonostante le disposizioni di cui al paragrafo 3, ogni Parte contraente conserva il diritto, per ragioni particolari attinenti soprattutto alla legislazione nazionale, di esaminare una domanda d'asilo anche se la responsabilità ai sensi della presente Convenzione, incombe ad un'altra Parte contraente.
1. Le Parti contraenti si impegnano a garantire l'esame di ogni domanda di asilo
;Articolo 30
presentata da uno straniero nel territorio di una di esse.
:1. La Parte contraente responsabile per l'esame di una domanda d'asilo determinata nel modo seguente:
2. Tale obbligo non implica che una Parte contraente debba autorizzare in tutti i
::a. Se una Parte contraente ha rilasciato al richiedente l'asilo un visto, quale ne sia la natura, o un titolo di soggiorno, essa è responsabile per l'esame della domanda. Se il visto è stato rilasciato dietro autorizzazione di un'altra Parte contraente è competente la Parte contraente che ha dato l'autorizzazione.
casi il richiedente asilo ad entrare o a soggiornare nel proprio territorio.
::b. Se più Parti contraenti hanno accordato al richiedente l'asilo un visto, quale ne sia la natura, o un titolo di soggiorno, è responsabile la Parte contraente che ha rilasciato il visto o il titolo di soggiorno avente la scadenza più lontana.
Ciascuna Parte contraente conserva il diritto di respingere o di allontanare un
::c. Fintantoché il richiedente asilo non ha lasciato i territori delle Parti contraenti, la responsabilità definita conformemente alle lettere a e b sussiste anche se la durata di validità del visto, quale ne sia la natura, o del documento di soggiorno è scaduta. Se il richiedente l'asilo ha lasciato i territori delle Parti contraenti dopo il rilascio del visto o del titolo di soggiorno, detti documenti determinano la responsabilità conformemente alle lettere a e b, a meno che, nel frattempo essi siano scaduti in virtù delle disposizioni nazionali.
richiedente asilo verso uno Stato terzo, conformemente alle proprie disposizioni
::d. Se il richiedente l'asilo è esonerato dall'obbligo del visto da parte delle Parti contraenti, è responsabile la Parte Contraente dalle cui frontiere esterne il richiedente è entrato nei territori delle Parti contraenti.
nazionali ed ai propri obblighi internazionali.
::Fino alla completa armonizzazione delle politiche dei visti e qualora il richiedente l'asilo sia esonerato dall'obbligo del visto da parte di talune Parti contraenti soltanto, è responsabile, fatte salve le disposizioni delle lettere a, b e c, la Parte contraente dalle cui frontiere esterne il richiedente è entrato con dispensa dal visto nei territori delle Parti contraenti.
3. Qualunque sia la Parte contraente cui lo straniero presenta la domanda di
::Se la domanda d'asilo è presentata ad una Parte contraente che ha rilasciato al richiedente un visto di transito - indipendentemente dal fatto che il richiedente abbia superato o no il controllo dei passaporti - e se il visto di transito è stato rilasciato dopo che il paese di transito si è assicurato presso le autorità consolari o diplomatiche della Parte contraente di destinazione che il richiedente l'asilo soddisfa le condizioni di ingresso nella Parte contraente di destinazione, quest'ultima è competente per l'esame della domanda.
asilo, soltanto una Parte contraente è competente per l'esame della domanda.
::e. Se il richiedente l'asilo è entrato nei territori delle Parti contraenti senza essere in possesso. di uno o più documenti che consentono di varcare la frontiera, stabiliti dal Comitato esecutivo, responsabile la Parte contraente dalle cui frontiere esterne il richiedente asilo è entrato nei territori delle Parti contraenti.
Tale Parte contraente è determinata in base ai criteri stabiliti nell' articolo 30.
::f. Se uno straniero la cui domanda d'asilo è già all'esame di una delle Parti contraenti presenta una nuova domanda, è responsabile la Parte contraente presso la quale la domanda è in corso di esame.
4. Nonostante le disposizioni di cui al paragrafo 3, ogni Parte contraente
::g. Se uno straniero la cui domanda di asilo è già stata oggetto di decisione definitiva da parte di una delle Parti contraenti presenta una nuova domanda, è competente la Parte contraente che ha esaminato la precedente domanda semprechè il richiedente non abbia lasciato i territori delle Parti contraenti.
conserva il diritto, per ragioni particolari attinenti soprattutto alla legislazione
:2. Se una Parte contraente ha deciso di esaminare una domanda di asilo in applicazione dell` articolo 29, paragrafo 4, la Parte contraente responsabile ai sensi del presente articolo, paragrafo 1, è liberata dai propri obblighi.
nazionale, di esaminare una domanda d'asilo anche se la responsabilità ai sensi
:3. Se la Parte contraente responsabile non può essere designata in base ai criteri stabiliti nei paragrafi 1 e 2, è responsabile la Parte contraente presso la quale è stata presentata la domanda di asilo.
della presente Convenzione, incombe ad un'altra Parte contraente.
;Articolo 3031
:1. LaLe ParteParti contraentecontraenti cercheranno di stabilire al più presto quale di esse è responsabile per l'esame di una domanda d'di asilo.
:2. Qualora ad una Parte contraente non responsabile ai sensi dell'articolo 30 venga presentata una domanda di asilo da uno straniero che soggiorna nel suo territorio, detta Parte contraente può chiedere alla Parte contraente responsabile di accettare il richiedente per esaminare la domanda.
determinata nel modo seguente:
:3. La Parte contraente responsabile è tenuta ad accettare il richiedente l'asilo di cui al paragrafo 2 qualora la richiesta sia effettuata entro sei mesi a decorrere dalla presentazione della domanda di asilo. Se entro tale termine la richiesta non viene effettuata, la Parte contraente presso la quale la domanda di asilo è stata presentata è competente per il suo esame.
a. Se una Parte contraente ha rilasciato al richiedente l'asilo un visto, quale ne
;Articolo 32
sia la natura, o un titolo di soggiorno, essa è responsabile per l'esame della
:La Parte contraente è responsabile per l'esame della domanda di asilo effettua tale esame conformemente al proprio diritto nazionale.
domanda. Se il visto è stato rilasciato dietro autorizzazione di un' altra Parte
;Articolo 33
contraente è competente la Parte contraente che ha dato l`autorizzazione.
:1. Qualora il richiedente l'asilo si trovi irregolarmente nel territorio di un'altra Parte contraente durante la procedura di asilo, la Parte contraente responsabile è tenuta a riaccettarlo.
b. Se piu` Parti contraenti hanno accordato al richiedente l'asilo un visto, quale
:2. Il paragrafo 1 non si applica allorchè l'altra Parte contraente ha accordato al richiedente l'asilo un titolo di soggiorno con validità superiore o pari a un anno.
ne sia la natura, o un titolo di soggiorno, è responsabile la Parte contraente che
:In questo caso la competenza per l'istruzione della domanda è trasferita all'altra Parte contraente.
ha rilasciato il visto o il titolo di soggiorno avente la scadenza piu` lontana.
;Articolo 34
c. Fintantochè il richiedente asilo non ha lasciato i territori delle Parti contraenti,
:1. La Parte contraente responsabile è tenuta a riaccogliere lo straniero la cui domanda di asilo sia stata definitivamente respinta e che si sia recato nel territorio di un'altra Parte contraente senza essere autorizzato a soggiornarvi.
la responsabilità definita conformemente alle lettere a e b sussiste anche se la
:2. Tuttavia, il paragrafo 1 non si applica se la Parte contraente responsabile abbia provveduto ad allontanare lo straniero dai territori delle Parti contraenti.
durata di validità del visto, quale ne sia la natura, o del documento di soggiorno
;Articolo 35
è scaduta. Se il richiedente l'asilo ha lasciato i territori delle Parti contraenti
:1. La Parte contraente che ha riconosciuto ad uno straniero lo status di rifugiato e gli ha concesso il diritto di soggiorno è tenuta ad assumere la responsabilità dell'esame della domanda di asilo di un membro della sua famiglia, sempreché gli interessati siano consenzienti.
dopo il rilascio del visto o del titolo di soggiorno, detti documenti determinano
:2. Sono membri della famiglia ai sensi del paragrafo 1 il coniuge o il figlio non sposato di età inferiore ai diciotto anni oppure, se il rifugiato è celibe o nubile di età inferiore ai diciotto anni, il padre o la madre.
la responsabilità conformemente alle lettere a e b, a meno che, nel frattempo essi
;Articolo 36
siano scaduti in virtù delle disposizioni nazionali.
:Ciascuna Parte contraente responsabile dell'esame della domanda di asilo può, per motivi umanitari, basati in particolare su motivi familiari o culturali, chiedere ad un'altra Parte contraente di accettare tale responsabilità sempreché l'interessato lo desideri. La Parte contraente sollecitata valuta se può accogliere o no detta richiesta.
d. Se il richiedente l'asilo è esonerato dall'obbligo del visto da parte delle Parti
;Articolo 37
contraenti, è responsabile la Parte Contraente dalle cui frontiere esterne il
:1. Le autorità competenti delle Parti contraenti si comunicano reciprocamente quanto piu` presto possibile le informazioni riguardanti:
richiedente è entrato nei territori delle Parti contraenti.
::a. le nuove normative o le nuove misure adottate nel settore del diritto di asilo o del trattamento dei richiedenti l'asilo, al più tardi al momento della loro entrata in vigore;
Fino alla completa armonizzazione delle politiche dei visti e qualora il
::b. i dati statistici relativi agli arrivi mensili di richiedenti l'asilo, indicando i principali paesi di provenienza e, se disponibili, le decisioni relative a domande di asilo;
richiedente l'asilo sia esonerato dall'obbligo del visto da parte di talune Parti
::c. l'emergere o l'aumento notevole di taluni gruppi di richiedenti l'asilo e le informazioni di cui dispongono al riguardo;
contraenti soltanto, è responsabile, fatte salve le disposizioni delle lettere a, b e
::d. le decisioni fondamentali nel settore del diritto di asilo.
c, la Parte contraente dalle cui frontier e esterne il richiedente è entrato con
:2. Le Parti contraenti garantiscono inoltre una stretta cooperazione nella raccolta di informazioni sulla situazione nei paesi di provenienza dei richiedenti l'asilo, per poterne effettuare una valutazione comune.
dispensa dal visto nei territori delle Parti contraenti.
:3. Ogni indicazione fornita da una Parte contraente in merito al trattamento riservato delle informazioni da essa comunicate deve essere rispettata dalle altre Parti contraenti.
Se la domanda d'asilo è presentata ad una Parte contraente che ha rilasciato al
;Articolo 38
richiedente un visto di transito - indipendentemente dal fatto che il richiedente
:1. Ciascuna Parte contraente trasmette ad ogni altra Parte contraente che ne fa richiesta i dati in suo possesso riguardanti un richiedente l'asilo necessari allo scopo:
abbia superato o no il controllo dei passaporti - e se il visto di transito è stato
:* di determinare la Parte contraente responsabile per l'esame della domanda di asilo;
rilasciato dopo che il paese di transito si è assicurato presso le autorità consolari
:* di esaminare la domanda di asilo;
o diplomatiche della Parte contraente di destinazione che il richiedente l'asilo
:* di adempiere gli obblighi derivanti dal presente capitolo.
soddisfa le condizioni di ingresso nella Parte contraente di destinazione,
:2. Tali dati possono riguardare esclusivamente:
quest'ultima è competente per l'esame della domanda.
::a. l'identità (cognome e nome, eventualmente precedente cognome, soprannomi o pseudonimi, data e luogo di nascita, cittadinanza attuale e precedente del richiedente ed eventualmente dei suoi familiari);
e. Se il richiedente l'asilo è entrato nei territori delle Parti contraenti senza essere
::b. i documenti d'identità e di viaggio (riferimento, durata della validità, date di rilascio, autorità che li ha rilasciati, luogo del rilascio ecc.);
in possesso. di uno o piu` documenti che consentono di varcare la frontiera,
::c. gli altri elementi necessari per stabilire l'identità del richiedente;
stabiliti dal Comitato esecutivo, responsabile la Parte contraente dalle cui
::d. i luoghi di soggiorno e gli itinerari di viaggio;
frontiere esterne il richiedente asilo è entrato nei territori delle Parti contraenti.
::e. i documenti di soggiorno o i visti rilasciati da una Parte contraente;
f. Se uno straniero la cui domanda d'asilo è già all'esame di una delle Parti
::f. il luogo in cui è stata presentata la domanda di asilo;
contraenti presenta una nuova domanda, è responsabile la Parte contraente
::g. se del caso, la data di presentazione di una domanda di asilo precedente, la data di presentazione della domanda attuale, lo stato della procedura, il contenuto della decisione presa.
presso la quale la domanda è in corso di esame.
:3. Inoltre, una Parte contraente può chiedere ad un'altra Parte contraente di comunicarle i motivi addotti dal richiedente l'asilo a sostegno della propria domanda e, se del caso, i motivi della decisione presa nei suoi confronti. La Parte contraente richiesta valuta la possibilità di dar seguito alla richiesta ad essa presentata. La comunicazione di tali informazioni è subordinata in ogni caso all'assenso del richiedente l'asilo.
g. Se uno straniero la cui domanda di asilo è già stata oggetto di decisione
:4. Lo scambio di dati avviene a richiesta di una Parte contraente e può essere effettuato soltanto tra le autorità la cui designazione è comunicata da ciascuna Parte contraente al Comitato esecutivo.
definitiva da parte di una delle Parti contraenti presenta una nuova domanda, è
:5. I dati scambiati possono essere usati soltanto per gli scopi di cui al paragrafo 1. Essi possono essere comunicati soltanto alle autorità ed alle giurisdizioni incaricate:
competente la Parte contraente che ha esaminato la precedente domanda
:* di determinare la Parte contraente responsabile per l'esame della domanda di asilo;
semprechè il richiedente non abbia lasciato i territori delle Parti contraenti.
:* dell'esame della domanda;
2. Se una Parte contraente ha deciso di esaminare una domanda di asilo in
:* dell'esecuzione degli obblighi derivanti dal presente capitolo.
applicazione dell` articolo 29, paragrafo 4, la Parte contraente responsabile ai
:6. La Parte contraente che trasmette i dati ne cura l'esattezza e l'attualitá.
sensi del presente articolo, paragrafo 1, è liberata dai propri obblighi.
:Ove risultasse che detta Parte contraente ha fornito dati inesatti o che non avrebbero dovuto essere trasmessi, le Parti contraenti destinatarie ne sono informate immediatamente. Esse debbono rettificare tali informazioni o eliminarle.
3. Se la Parte contraente responsabile non può essere designata in base ai criteri
:7. Un richiedente l'asilo ha il diritto di farsi comunicare, a richiesta, le informazioni scambiate che lo riguardano, fintantochè sono disponibili.
stabiliti nei paragrafi 1 e 2, è responsabile la Parte contraente presso la quale è
:Ove constati che tali informazioni sono inesatte o che non avrebbero dovuto essere trasmesse, egli ha il diritto di esigerne la rettifica o l`eliminazione. Le correzioni sono effettuate secondo le modalità di cui al paragrafo 6.
stata presentata la domanda di asilo.
:8. In ciascuna Parte contraente interessata, la trasmissione e la rice zione delle informazioni scambiate sono messe agli atti.
Articolo 31
:9. Questi dati sono conservati per un periodo non superiore a quello necessario ai fini per cui essi sono stati scambiati. La necessità di conservarli deve essere valutata al momento opportuno dalla Parte contraente interessata.
1. Le Parti contraenti cercheranno di stabilire al piu` presto quale di esse è
:10. In ogni caso, alle informazioni comunicate è accordata almeno la stessa protezione che il diritto della Parte contraente cui sono destinate riserva a informazioni di tipo analogo.
responsabile per l'esame di una domanda di asilo.
:11. Se i dati non sono sottoposti a trattamento automatizzato, ma in altra maniera, ogni Parte contraente deve adottare le misure appropriate per garantire l'osservanza del presente articolo mediante controlli efficaci. Se una Parte contraente dispone di un servizio del tipo di quello menzionato al paragrafo 12 essa può incaricare tale servizio di assumere i compiti di controllo.
2. Qualora ad una Parte contraente non responsabile ai sensi dell'articolo 30
:12. Se una o piu` Parti contraenti desiderano informatizzare il trattamento di tutti o di una parte dei dati di cui ai paragrafi 2 e 3, l'informatizzazione è ammessa soltanto se le Parti contraenti hanno adottato una legislazione applicabile a tale trattamento che dia attuazione ai principi della Convenzione del Consiglio d'Europa del 28 gennaio 1981 sulla protezione delle persone nei riguardi del trattamento automatizzato dei dati di natura personale, e se hanno affidato ad un'istanza nazionale adeguata il controllo indipendente del trattamento e dell'uso dei dati trasmessi conformemente alla presente Convenzione.
venga presentata una domanda di asilo da uno straniero che soggiorna nel suo
territorio, detta Parte contraente può chiedere alla Parte contraente responsabile
di accettare il richiedente per esaminare la domanda.
3. La Parte contraente responsabile è tenuta ad accettare il richiedente l'asilo di
cui al paragrafo 2 qualora la richiesta sia effettuata entro sei mesi a decorrere
dalla presentazione della domanda di asilo. Se entro tale termine la richiesta non
viene effettuata, la Parte contraente presso la quale la domanda di asilo è stata
presentata è competente per il suo esame.
Articolo 32
La Parte contraente è responsabile per l'esame della domanda di asilo effettua
tale esame conformemente al proprio diritto nazionale.
Articolo 33
1. Qualora il richiedente l'asilo si trovi irregolarmente nel territorio di un'altra
Parte contraente durante la procedura di asilo, la Parte contraente responsabile è
tenuta a riaccettarlo.
2. Il paragrafo 1 non si applica allorchè l'altra Parte contraente ha accordato al
richiedente l'asilo un titolo di soggiorno con validità superiore o pari a un anno.
In questo caso la competenza per l'istruzione della domanda è trasferita all'altra
Parte contraente.
Articolo 34
1. La Parte contraente responsabile è tenuta a riaccogliere lo straniero la cui
domanda di asilo sia stata definitivamente respinta e che si sia recato nel
territorio di un'altra Parte contraente senza essere autorizzato a soggiornarvi.
2. Tuttavia, il paragrafo 1 non si applica se la Parte contraente responsabile
abbia provveduto ad allontanare lo straniero dai territori delle Parti contraenti.
Articolo 35
1. La Parte contraente che ha riconosciuto ad uno straniero lo status di rifugiato
e gli ha concesso il diritto di soggiorno è tenuta ad assumere la responsabilità
dell'esame della domanda di asilo di un membro della sua famiglia, semprechè
gli interessati siano consenzienti.
2. Sono membri della famiglia ai sensi del paragrafo 1 il coniuge o il figlio non
sposato di età inferiore ai diciotto anni oppure, se il rifugiato è celibe o nubile di
età inferiore ai diciotto anni, il padre o la madre.
Articolo 36
Ciascuna Parte contraente responsabile dell'esame della domanda di asilo può,
per motivi umanitari, basati in particolare su motivi familiari o culturali,
chiedere ad un'altra Parte contraente di accettare tale responsabilità semprechè
l'interessato lo desideri. La Parte contraente sollecitata valuta se può accogliere
o no detta richiesta.
Articolo 37
1. Le autorità competenti delle Parti contraenti si comunicano reciprocamente
quanto piu` presto possibile le informazioni riguardanti:
a. le nuove normative o le nuove misure adottate nel settore del diritto di asilo o
del trattamento dei richiedenti l'asilo, al piu` tardi al momento della loro entrata
in vigore;
b. i dati statistici relativi agli arrivi mensili di richiedenti l'asilo, indicando i
principali paesi di provenienza e, se disponibili, le decisioni relative a domande
di asilo;
c. l'emergere o l'aumento notevole di taluni gruppi di richiedenti l'asilo e le
informazioni di cui dispongono al riguardo;
d. le decisioni fondamentali nel settore del diritto di asilo.
2. Le Parti contraenti garantiscono inoltre una stretta cooperazione nella raccolta
di informazioni sulla situazione nei paesi di provenienza dei richiedenti l'asilo,
per poterne effettuare una valutazione comune.
3. Ogni indicazione fornita da una Parte contraente in merito al trattamento
riservato delle informazioni da essa comunicate deve essere rispettata dalle altre
Parti contraenti.
Articolo 38
1. Ciascuna Parte contraente trasmette ad ogni altra Parte contraente che ne fa
richiesta i dati in suo possesso riguardanti un richiedente l'asilo necessari allo
scopo:
- di determinare la Parte contraente responsabile per l'esame della domanda di
asilo;
- di esaminare la domanda di asilo:
- di adempiere gli obblighi derivanti dal presente capitolo.
2. Tali dati possono riguardare esclusivamente
a. l'identità (cognome e nome, eventualmente precedente cognome, soprannomi
o pseudonimi, data e luogo di nascita, cittadinanza attuale e precedente del
richiedente ed eventualmente dei suoi familiari)
b. i documenti d'identità e di viaggio (riferimento, durata della validità, date di
rilascio, autorità che li ha rilasciati, luogo del rilascio ecc.);
c. gli altri elementi necessari per stabilire l'identità del richiedente;
d. i luoghi di soggiorno e gli itinerari di viaggio;
e. i documenti di soggiorno o i visti rilasciati da una Parte contraente;
f. il luogo in cui è stata presentata la domanda di asilo;
g. se del caso, la data di presentazione di una domanda di asilo precedente, la
data di presentazione della domanda attuale, lo stato della procedura, il
contenuto della decisione presa.
3. Inoltre, una Parte contraente può chiedere ad un'altra Parte contraente di
comunicarle i motivi addotti dal richiedente l'asilo a sostegno della propria
domanda e, se del caso, i motivi della decisione presa nei suoi confronti. La
Parte contraente richiesta valuta la possibilità di dar seguito alla richiesta ad essa
presentata. La comunicazione di tali informazioni è subordinata in ogni caso
all'assenso del richiedente l'asilo.
4. Lo scambio di dati avviene a richiesta di una Parte contraente e può essere
effettuato soltanto tra le autorità la cui designazione è comunicata da ciascuna
Parte contraente al Comitato esecutivo.
5. I dati scambiati possono essere usati soltanto per gli scopi di cui al paragrafo
1. Essi possono essere comunicati soltanto alle autorità ed alle giurisdizioni
incaricate:
- di determinare la Parte contraente responsabile per l'esame della domanda di
asilo;
- dell'esame della domanda;
- dell'esecuzione degli obblighi derivanti dal presente capitolo.
6. La Parte contraente che trasmette i dati ne cura l'esattezza e l'attualitá.
Ove risultasse che detta Parte contraente ha fornito dati inesatti o che non
avrebbero dovuto essere trasmessi, le Parti contraenti destinatarie ne sono
informate immediatamente. Esse debbono rettificare tali informazioni o
eliminarle.
7. Un richiedente l'asilo ha il diritto di farsi comunicare, a richiesta, le
informazioni scambiate che lo riguardano, fintantochè sono disponibili.
Ove constati che tali informazioni sono inesatte o che non avrebbero dovuto
essere trasmesse, egli ha il diritto di esigerne la rettifica o l`eliminazione. Le
correzioni sono effettuate secondo le modalità di cui al paragrafo 6.
8. In ciascuna Parte contraente interessata, la trasmissione e la rice zione delle
informazioni scambiate sono messe agli atti.
9. Questi dati sono conservati per un periodo non superiore a quello necessario
ai fini per cui essi sono stati scambiati. La necessità di conservarli deve essere
valutata al momento opportuno dalla Parte contraente interessata.
10. In ogni caso, alle informazioni comunicate è accordata almeno la stessa
protezione che il diritto della Parte contraente cui sono destinate riserva a
informazioni di tipo analogo.
11. Se i dati non sono sottoposti a trattamento automatizzato, ma in altra
maniera, ogni Parte contraente deve adottare le misure appropriate per garantire
l'osservanza del presente articolo mediante controlli efficaci. Se una Parte
contraente dispone di un servizio del tipo di quello menzionato al paragrafo 12
essa può incaricare tale servizio di assumere i compiti di controllo.
12. Se una o piu` Parti contraenti desiderano informatizzare il trattamento di tutti
o di una parte dei dati di cui ai paragrafi 2 e 3, l'informatizzazione è ammessa
soltanto se le Parti contraenti hanno adottato una legislazione applicabile a tale
trattamento che dia attuazione ai principi della Convenzione del Consiglio
d'Europa del 28 gennaio 1981 sulla protezione delle persone nei riguardi del
trattamento automatizzato dei dati di natura personale, e se hanno affidato ad
un'istanza nazionale adeguata il controllo indipendente del trattamento e dell'uso
dei dati trasmessi conformemente alla presente Convenzione.
 
===TITOLO III - Polizia e sicurezza ===
7 766

contributi

Menu di navigazione