Pagina:Abramo Lincoln.djvu/45

Da Wikisource.
43 Abramo Lincoln


e si parlò di leva in massa per soggiogare i Sudisti.

Lincoln non perdette la testa. Il 15 dello stesso mese egli chiese ed ottenne 75.000 uomini, per tre mesi, e due milioni di dollari. I deputati al Congresso ed i Senatori credevano che ciò bastasse. Lincoln pure lo pensava poichè egli aveva detto nel Messaggio col quale chiedeva il credito e la leva di volere che la guerra fosse «breve, rigorosa e decisiva».

Ma ben presto Lincoln si accorse che egli era troppo ottimista ed il 4 di Maggio egli domandò il nuovo arruolamento di più che 64 mila soldati e 18 mila marinai per un servizio di tre anni; più 20 milioni di dollari. Il Nord aveva trovato il suo uomo e concesse tutto ciò che gli era stato dimandato.

E la dura fatica di Lincoln incominciò.

I soldati, nuovi di leva non erano tali da dare affidamento di vittoria; più pronti alla fuga che alla resistenza, e lo provarono a Bull’s’ Run dove si sbandarono quasi senza combattere, erano una ben debole difesa contro gli agguerriti e vecchi soldati del Sud, e contro i ferocissimi piccoli bianchi selvaggie truppe leggere, composte di tutta la canaglia racimolata nei bassi fondi delle città separatiste.

I soldati del Nord non avevano capi abili e noti; i Sudisti avevano il famoso Generale Lee, Floyd ed il Presidente della Confederazione, Jefferson, che vinse la battaglia di Chancellorville.

Per l’Unione nessun uomo famoso, nessun generale noto per la sua abilità.