Pagina principale

Da Wikisource.
Amanutondo3.png
Se vuoi iscriviti e impara cosa aggiungere qui. Rispetta le nostre linee di condotta. Domanda liberamente al Bar o sperimenta nella pagina delle prove.


Videoguida di Wikisource
Video di introduzione a Wikisource. Se non lo vedi clicca qui
Testo in evidenza
Monete medaglie e sigilli dei principi Doria.pdf

Crystal Clear app kdict.png  Monete medaglie e sigilli dei principi Doria 100 percents.svg  di Agostino Olivieri (1858)

LA FAMIGLIA DORIA

Sin dal principio del Comune genovese veggonsi ricordati nelle pubbliche e private contrattazioni individui, cui il cognome si attribuisce di Auriae. Essi sono tra i primi, che ottengono l’onore del Consolato, e la Repubblica non compie alcuna grande impresa senza che vi prendano parte principalissima. Chi fossero, donde venuti, la storia nol dice; nè ciò dee recar meraviglia, che l’origine delle più antiche ed illustri famiglie è tuttavia involta nelle tenebre, nè più valgon oggi le invenzioni dei Genealogisti per innalzare alle stelle i primordi di esse.

Nei secoli scorsi da molti, da taluno oggidì, si sostien tuttavia, che la casa dei Doria avesse a suo stipite un Ardoino Conte di Narbona, che, recatosi in Genova nel 960, come afferma il Giustiniani, togliesse in moglie un’Orietta dell’illustre famiglia dei Della Volta, e che i figli di costei, soprannominati filii Auriae, tramandassero ai discendenti tal nome.



continua a leggere

Citazioni
Da tante cose dipende la celebrità de' libri!

Manzoni, I promessi sposi, Capitolo XXXIII

Altre citazioni di Alessandro Manzoni su Wikiquote
Rilettura del mese

Aiuta Wikisource!
È sufficiente saper leggere

Le confessioni di un ottuagenario I.djvu

La collaborazione del mese propone la rilettura di Le confessioni di un ottuagenario di Ippolito Nievo.Indice:Le confessioni di un ottuagenario I.djvumaggio 2014

In alternativa scegli pure un testo a piacimento da quelli solo da rileggere, o al limite una pagina a caso! Ce n’è per tutti i gusti.

(Serve un aiutino?)
v · mRicorrenze
Francesco De Lemene.jpg
Oltre Wikisource

Clicca sui logo per conoscere gli altri progetti liberi della Wikimedia Foundation.

Wikipedia   Commons   Wikibooks   Wikiquote   Wikinotizie   Wikizionario  
Wikiversità   Wikispecies   Meta   Wikidata   Wikivoyage