Pagina:Gli amori pastorali di Dafni e Cloe.djvu/32

Da Wikisource.

ragionamento i. 21


tosto di lupo divenuto uomo, invece d’urli, piangendo, gridando, e rammaricandosi,[1] pregava la fanciulla e Dafni, che di già era comparso, che lo soccorressero; ed eglino allora riconosciutolo, fischiando, e rallentando i cani, come erano soliti, subito li fermarono; e trovandolo per le cosce, e per gli omeri tutto sbranato, lo condussero alla fontana: ivi, cercando degli squarci de’ denti, prima ne gli lavarono; poscia masticando della corteccia dell’olmo verde ne gli fecero impiastro; e perciocchè non avevano ancora esperienza degli amorosi ardimenti, si credettero che Dorcone per una sua piacevolezza pastorale così travestito, ed acquattato si fosse; imperò non se ne crucciando, anzi consolandolo, e gran pezzo di strada accompagnandolo, lo licenziarono; ed egli scampato non (come si dice) dalla bocca del lupo, ma de’ cani, di sì sciocco avviso riprendendosi, s’attese a medicare. Ma Dafni e la Cloe, per rimettere insieme le sparse e dissipate lor greggi, molto per insino alla notte s’affaticarono; perciocchè impaurite dalla pelle del lupo e sgomentate dall’abbaiar de’ cani, tutte sceverandosi, alcune se ne ritirarono sopra a certi sassi, ed alcune altre ne corsono insino al mare: e comecchè le fossino avvezze d’intender le lor voci, d’ubbidire alle lor sampogne, e d’adunarsi ad un solo strepito di mani, allora, per la paura, d’ogni buono ammaestramento si dimenticarono, ed a gran pena, per le pedate, come le lepri, ricercandole, la sera alle mandre le ricondussero. Quella sola notte per istanchezza quietamente dormirono; e la fatica fu lor rimedio all’affanno amoroso. Il giorno seguente tornarono di nuovo alle medesime passioni di prima: sentivano piacer di vedersi, dispiacer di non vedersi: per loro stessi s’affliggevano, non sapendo donde la loro afflizione si venisse, nè quel che si volessero. Una sola cosa sapeano, che l’una pel bagno, e l’altro pel bacio erano in quel travaglio ed in quella inquietudine entrati. A questo ardore amoroso sopravvenne il

  1. Il Manz. ha raccomandandosi.