Pagina:La scotennatrice.djvu/31

Da Wikisource.

la scotennatrice 27


Un destino strano però pesava su quell’uomo, dotato d’una audacia incredibile e d’un sangue freddo assolutamente eccezionale.

Doveva trovarsi, casualmente, sempre in mezzo alle risse più sanguinose.

Infatti, pochi giorni dopo l’uccisione del taverniere, capita per caso in un altro bar per bere la sua solita soda-water, quando dei colpi di rivoltella scoppiano sotto l’immensa cupola di tela che serve da taverna.

Un terribile malfattore, accanitamente ricercato dalla polizia, trovatosi scoperto, aveva aperto un vero fuoco di fila contro la forza, ammazzando prima di tutto il capo che la guidava.

Tutti scappano, ma Turner no.

Si scaglia colla rivoltella in pugno contro il birbante, sfidando con pazza temerità il suo fuoco, e lo costringe ad arrendersi.

Poche ore dopo il miserabile pendeva ad un albero con un palmo di lingua fuori dalle labbra.

In quel frattempo Turner, nominato per la sua bravura sotto-sceriffo di Gold City, aveva stretto amicizia col famoso colonnello Cody, meglio conosciuto sotto il nomignolo di Buffalo Bill. Un giorno, sempre pel solito caso, apprende che un terribile bandito, resosi celebre come svaligiatore di treni, ha scommesso con altri banditi che avrebbe quanto prima soppresso il celebre colonnello, per puro spirito di brutale malvagità.

Turner sale sul suo cavallo e si pone, da solo, in cerca del malfattore, il quale aveva radunata una formidabile banda.

Sempre il caso glielo fa incontrare in un luogo deserto e solo.

Turner senza preamboli gli intima la resa. Il bandito risponde con una risata e con due o tre colpi di rivoltella che fortunatamente vanno a vuoto.

Il sotto-sceriffo lo lascia fare, ma al momento opportuno, quando il bandito stava per girargli intorno a gran galoppo, tira un colpo di rifle e tutto è finito.

Si carica il morto attraverso la sella, raggiunge la tenda di Buffalo Bill e gli getta dinanzi il cadavere del bandito, dicendogli semplicemente:

― Ecco il tuo uomo, Cody. Spero che ora non ti importunerà più!...

Ma ben altre avventure dovevano toccare più tardi al campione degli uccisori d’uomini, come vedremo in seguito.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

― Che cosa diavolo fate dunque qui, Turner? ― aveva chiesto John, dopo aver scambiato una vigorosa stretta di mano col famoso avventuriero. ― Non sapevate dunque che questo è il territorio degli Sioux?

― Appunto perchè lo sapevo voi mi avete incontrato con quei sei