Pagina:Pastorale 18 agosto 1871 (Ghilardi).djvu/3

Da Wikisource.




Fr. GIO. TOMMASO GHILARDI

DELL’ORDINE DE’ PREDICATORI

PER GRAZIA DI DIO E DELLA SANTA SEDE APOSTOLICA

VESCOVO DI MONDOVÌ E CONTE

PRELATO DOMESTICO DI S. S.

ASSISTENTE AL SOGLIO PONTIFICIO

ABATE COMMENDATARIO PERPETUO DI S. DALMAZZO


Ai Molto Reverendi Signori Parrochi
e Rettori delle Soccorsali della Diocesi
Salute e benedizione.




Iddio, che è bontà per essenza, non permette mai il male se non a soddisfazione di sua giustizia, e per ricavarne qualche bene; e mentre purga nel crogiuolo i suoi eletti, non lascia mancare loro gli aiuti di cui possano aver bisogno, per tollerare con merito i mali stessi, e volgerli in grandissimo loro vantaggio. Una prova luculentissima di questa consolante verità noi l’avemmo, V. F., recentemente nel maraviglioso movimento cattolico spiegatosi in ogni parte del mondo, per festeggiare lo straordinario ed unico avvenimento del Giubileo Pontificale del Sommo Pio IX: movimento che tanto confortò il S. Padre, e