Versi editi ed inediti di Giuseppe Giusti/A notte oscura, per occulta via

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
A notte oscura, per occulta via

../La nomèa di poeta e letterato ../Che i più tirano i meno è verità IncludiIntestazione 2 marzo 2020 100% Da definire

La nomèa di poeta e letterato Che i più tirano i meno è verità
[p. 326 modifica]

A notte oscura, per occulta via
     Volsi alla tua dimora i passi erranti,
     Pur com’è stil dei dubitosi amanti
     4Te sospirando, o fior di leggiadria.

E mi ferì da lunge un’armonia
     Di dolci suoni e di soavi canti,
     Onde sull’ali del desio tremanti
     8Venne a starsi con te l’anima mia.

E tu parevi nelle care note
     Confondere i sospiri, e dir parole
     11Che del pensier la mente si riscuote.

Ah compiangendo a chi per te si duole
     Forse bagnavi di pietà le gote,
     14E le lacrime mie non eran sole.