Questa pagina è dedicata ad un autore. Premi sull'icona per avere aiuto.

Autore:Giovanni Siotto Pintor

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni

Siotto Pintor avvocato/politico/magistrato italiano

Giovanni Siotto Pintor.jpg
Giovanni Siotto Pintor (Cagliari, 29 novembre 1805greg.11 – Torino, 24 gennaio 1882greg.111), avvocato, politico e magistrato italiano.

Collabora a Wikipedia Voce enciclopedica su Wikipedia

Collabora a Commons Immagini e/o file multimediali su Commons

Opere[modifica]

  • Storia letteraria di Sardegna, 3 volumi, Cagliari, Timon, 1843-1844 (ristampa anastatica Forni, Sala Bolognese, 1981);
  • A Emmanuele Marongio vescovo per grazia di Dio e del re, scomunicante, Giovanni Siotto Pintor deputato per grazia di Dio e de' suoi elettori, scomunicato, Cagliari, Nazionale, 1850;
  • Degli uffici de' magistrati e della virtù civile. Libri sei, 1850
  • De principii razionali e di diritto positivo intorno al matrimonio. Saggio, Cagliari, Timon, 1852;
  • De' Monti Frumentari dell'isola, Cagliari, Timon, 1859;
  • Sugli studi preliminari intorno all'ordinamento giudiziario pel Regno d'Italia. Osservazioni, Milano, Vallardi, 1861;
  • Intorno alle voci di cessione dell'isola. Considerazioni, dichiarazioni, protesta dei popoli sardi, Milano, Vallardi, 1861;
  • Ai vescovi adunati in Roma. Lettera cattolica, Firenze, Torelli, 1862;
  • Non più Francia. Lettera politica a' ministri del Regno italiano, Cagliari, Gazzetta popolare, 1867;
  • La vita nuova, ossia rinnovamento delle instituzioni e degli ordinamenti dello Stato, 2 volumi, Torino, Bellardi Appiotti e Giorsini, 1869;
  • Storia della vita di Giuseppe Manno, Torino, Bellardi Appiotti e Giorsini, 1869;
  • Il ridicolo. Dramma in sei atti, Torino, Bellardi e Appiotti, 1875;
  • Storia civile dei popoli sardi dal 1798 al 1848, Torino, Nuova Torino, 1877 (ristampa anastatica Forni, Sala Bolognese, 1995).
  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 Accademia delle Scienze di Torino