Questa pagina è dedicata ad un autore. Premi sull'icona per avere aiuto.

Autore:Giuseppe de Felice Giuffrida

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe

de Felice Giuffrida politico italiano

Giuseppe de Felice Giuffrida (Catania, 17 settembre 1859greg.1 – Aci Castello o Catania, 20 luglio 1920greg.1), politico italiano.

Collabora a Wikipedia Voce enciclopedica su Wikipedia

Opere[modifica]

  • La voce d'uno scamiciato: versi, Catania, Tipografia di F. Martinez, 1882.
  • Popolazione e Socialismo, Palermo, Biondo, 1896.
  • Evoluzione storica della Proprietà e il Socialismo in Sicilia (sequestrato dalle autorità)
  • Maffia e delinquenza in Sicilia. Milano, Società editrice lombarda, 1900.
  • Le riforme del Regolamento ed il paese, in «Il Secolo», 26-27 maggio 1900.
  • La questione sociale in Sicilia. Roma, 1901.
  • Le aberrazioni dei separatisti, in "Corriere di Catania", 25 settembre 1902.
  • Intervento alla Camera dei Deputati durante la discussione del disegno di legge sui manicomi e sugli alienati, in Atti Parlamentari, Legislatura XXI. Seconda sessione. Discussioni, tornata del 10 febbraio 1904, p. 10584.
  • Le conclusioni dell'inchiesta dell'"Avanti!" sulla strage di Grammichele (Per espresso dal nostro inviato speciale on. G. De Felice Giuffrida), in «Avanti!», 24 agosto 1905.
  • La strage di Grammichele. Il fattore economico (Dal nostro inviato speciale on. G. De Felice Giuffrida), in «Avanti!», 25 agosto 1905.
  • Il problema dell'ordinamento fondiario ottomano, in «Il Messaggero», 22 gennaio 1912.
  • Municipalizzazione del pane a Catania, Milano, 1913.
  • Maffia e delinquenza in Sicilia: (Milano, 1900): politica, criminalita e magistratura tra il delitto Notarbartolo ed il processo Codronchi-De Felice.