Pagina:Aganoor - Leggenda eterna, Torino, Roux, 1903.djvu/279

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

L'anello del morto 257


Vedrà queste sottili aste che rapida
traccio sul foglio, mentre pieno il senso
della vita mi tiene, e pulsa il sangue,
e vedo, odo, desìo, palpito, penso.

Egli si chiederà: — Neri ebbe o ceruli
occhi?...fu bella?... Ed io nella macabra
mia prigione, laggiù, riderò l’orrido
riso dei morti che non han più labra.